WIDEX BLOG

Cos’è una chiocciola su misura?

02-01-2019
26-11-2019

Se indossi un apparecchio acustico retroauricolare (BTE) hai anche una chiocciola su misura o una cupolina standard. Le chiocciole su misura sono parti essenziali degli apparecchi acustici ed il loro design è molto importante anche per il tuo comfort poiché la loro forma influenza il suono riprodotto dagli apparecchi acustici.

Lo scopo principale delle chiocciole su misura è quello di condurre il suono dall'apparecchio acustico retroauricolare all'orecchio.  Inoltre garantiscono che l'apparecchio acustico resti ancorato all'orecchio. Una chiocciola su misura ben adattata aiuta ad evitare il feedback che si può generare a causa della dispersione del suono.
 
È importante che il tubicino della chiocciola sia della lunghezza giusta, pulito e morbido. Se il tubicino è troppo corto potresti sentirti tirare fastidiosamente la chiocciola; se è troppo lungo, potresti avere difficoltà a mantenere l'apparecchio acustico in posizione dietro l'orecchio. L'audioprotesista si assicurerà che l'auricolare sia adatto al tuo orecchio.

Come è fatta una chiocciola?

La chiocciola è realizzata in materiale siliconico ed è modellata per adattarsi alla forma del tuo orecchio.
 
Nella chiocciola viene realizzato un foro attraverso cui passerà il suono che dall'apparecchio arriva all'orecchio.
 
È anche possibile realizzare una ventilazione che può servire a migliorare la qualità del suono o anche a ridurre l'effetto occlusione. L'audioprotesista saprà indicare il tipo di chiocciola più adatta a ciascuna esigenza.  
 
Il tubicino è attaccato alla curvetta dell'apparecchio acustico in modo da direzionare il suono direttamente all'interno dell'orecchio. Il tubicino è solitamente trasparente e molto discreto ma alcune persone amano decorarli o usare colori accesi.

Come si produce una chiocciola

La prima cosa che farà l'audioprotesista dopo aver scelto un apparecchio acustico retroauricolare o endoauricolare è prendere l'impronta del condotto uditivo. La chiocciola verrà realizzata secondo l'esatta forma dell'orecchio, realizzare un'impronta dell'orecchio è il primo passo per raggiungere una regolazione ottimale degli apparecchi acustici. La chiave di un buon adattamento della chiocciola è un'impronta accurata.

Prendere l'impronta dell'orecchio comporta due passaggi principali:

  • Ispezione dell'orecchio: l'audioprotesista inizierà controllando il condotto uditivo con un otoscopio. Un otoscopio è uno strumento medicale usato per guardare all'interno dell'orecchio. Il tuo medico è probabile che ne abbia usato uno se hai avuto un raffreddore o ti sei lamentato di un dolore all'orecchio. L'otoscopio ha una piccola lampada incorporata che serve a illuminare il condotto. Con questo strumento l'audioprotesista può vedere se il condotto uditivo è normale, o se le condizioni fisiche dell'orecchio rendono impossibile prendere un'impronta. L'accumulo di cerume, di frammenti della desquamazione cutanea, l'irritazione del canale uditivo, la cavità anomala nel condotto uditivo o un condotto uditivo anormale possono comportare delle difficoltà nella presa delll'impronta. È importante che l'audioprotesista risolva questi problemi prima di realizzare una chiocciola.
  • Prendere l'impronta: una volta che l'orecchio è stato ispezionato, l'audioprotesista potrà prendere l'impronta. Questo comporta l'inserimento di un materiale morbido nel condotto uditivo, che si solidificherà in pochi minuti prendendo la sua forma. Il materiale per prendere l'impronta è una pasta a base di silicone di tipo bifasico, ovvero due sostanze vengono miscelate sul momento e, reagendo tra loro, andranno a solidificarsi.

Potresti essere nervoso all'idea di avere una cannula verde messa dentro il tuo orecchio, ma non avere paura. Il processo è innocuo e indolore. Realizzare un'impronta comporta i seguenti passaggi:

  • Inserimento di un otoblock: prima di inserire la pasta per l'impronta nell'orecchio, l'audioprotesista inserirà un otoblock nel condotto uditivo. Questo impedisce alla pasta per impronte di avvicinarsi troppo al timpano. 
  • Inserimento della pasta siliconica: la pasta viene inserita nell'orecchio con una siringa apposita. Probabilmente ti sembrerà di sentire l'orecchio tappato durante questa fase. Mentre la pasta si indurisce, cerca di aprire e chiudere la bocca o fare movimenti di masticazione. Una volta che la pasta si sarà solidificata, l'impronta sarà accuratamente rimossa dal tuo orecchio.
  • Controllo finale dell'impronta: una volta rimossa l'impronta, verrà verificato che la superficie non presenti irregolarità, solchi, spazi vuoti o bolle d'aria.

Produzione della chiocciola

L'impronta finale del tuo orecchio viene spedita dall'audioprotesista al produttore o a un laboratorio. La scelta del tipo di chiocciola e dell'apparecchio acustico dipende da vari fattori, come la forma dell'orecchio o il tipo di perdita uditiva. L'impronta sarà modellata in base al tipo di apparecchio desiderato, come ad esempio nel caso di un apparecchio acustico retroauricolare.
 

Si possono realizzare due tipi di chiocciole:

  • Chiocciole dure: realizzate con materiale fotoplastico trattato con esposizione a luce ultravioiletta. Sono facili da pulire e possono essere limate all'occorrenza.
  • Chiocciole morbide: realizzate in silicone e sono modellate sulla forma del tuo orecchio. Sono adatte ai bambini e sono usate soprattutto in caso di perdite uditive gravi.

Il prodotto finale è modellato per avere le proprietà acustiche desiderate conformi alla perdita uditiva, al tipo di apparecchio acustico e alla forma del tuo orecchio.

Come usare una chiocciola

Per inserire la chiocciola, spegni l'apparecchio acustico o abbassa il volume. La curva della chiocciola dovrebbe essere rivolta verso la parte posteriore della testa, e il tubicino verso l'alto.

  • Inserisci la chiocciola nell'orecchio da dietro con un angolo inclinato. Potrebbe essere utile tirare delicatamente l'orecchio all'indietro e verso l'alto così che il condotto uditivo si allarghi e si raddrizzi leggermente. Le chiocciole scivolano facilmente in posizione dentro le orecchie di alcune persone, mentre in altre devono essere mosse un pò mentre si inseriscono.
  • Quando togli le chiocciole dall'orecchio, spegni gli apparecchi acustici o abbassa il volume. Poi tirale delicatamente fuori dall'orecchio.

Come mantenere pulite le chiocciole

È importante pulire le chiocciole una o due volte a settimana.

Segui queste istruzioni:

  • Stacca con cautela il tubicino collegato alla chiocciola dalla curvetta dell'apparecchio acustico.
  • Sciacqua l'auricolare e il tubicino con acqua corrente tiepida.
  • Metti la chiocciola e il tubicino in una ciotola con acqua e sapone neutro o in una soluzione effervescente simile a quella usata per la pulizia delle protesi dentali. Lascia in ammollo per 10 minuti in modo da rimuovere tutto il cerume e la sporcizia
  • Asciuga la chiocciola con un panno morbido
  • Lascia asciugare la chiocciola per una notte su un panno o carta assorbente, con l'estremità del foro di uscita del suono rivolta verso il basso, in modo che l'umidità residua possa uscire.
  • Attacca nuovamente il tubicino con la chiocciola all'apparecchio acustico.

Importante: non mettere mai cotton fioc, stuzzicadenti, scovolini o oggetti simili nelle chiocciole.


Contattaci

Hai domande o commenti per noi? Non esitare a contattarciContattaci

Scegli Paese/Regione

 

Widex Italia Srl con socio unico

Via Pontina km. 29

00071 Pomezia - Roma

Telefono: +39 06 91 25 291

Fax: +39 06 91 23 993


widex@widexitalia.it


P.IVA 07132731006
R.E.A. Roma 1013577