WIDEX BLOG

Come adattare gli apparecchi acustici

04-01-2019
25-04-2019

Gli apparecchi acustici esistono in un’ampia varietà di forme e dimensioni, e lo stesso vale per le orecchie di chi li indossa. Quindi come fanno gli audioprotesisti ad accertarsi che i dispositivi si adattino bene alle tue orecchie? È necessario tenere in considerazione due elementi: comfort e suono.

L'adattamento anatomico

Ci sono vari modi per applicare in modo corretto gli apparecchi acustici. In generale un audioprotesista seguirà quattro step principali

  1. Analizzare l'audiogramma - Qual è il prodotto più adatto a te? Dopo aver fatto il test dell'udito, l'audioprotesista potrà capire la tipologia e il livello della tua perdita uditiva. Alcuni modelli di apparecchi acustici non sono adatti a certi tipi di ipoacusie.

  2. Considerare le tue esigenze - Assicurati di comunicare al tuo audioprotesista le tue esigenze personali riguardo gli apparecchi. Le tue mani tremano oppure soffri di artrite? Potresti avere difficoltà nel maneggiare delle batterie estremamente piccole? Che colore ti piacerebbe che fossero i tuoi dispositivi? Se preferisci un aspetto più discreto scegline uno che coincida con il colore dei tuoi capelli o con quello della tua pelle, oppure scegli colori più accesi se ti piace considerare i tuoi apparecchi come un accessorio alla moda.

  3. Misurare le tue orecchie - Un tubicino è uno stelo sottile che collega la cupolina che si colloca all'interno del tuo condotto uditivo all'apparecchio che sta dietro il tuo padiglione auricolare. La lunghezza del tubicino di un apparecchio BTE (behind-the-ear=dietro-l'orecchio) dipende dalle dimensioni del tuo  orecchio. Il tuo audioprotesista utilizzerà un piccolo strumento per misurare la lunghezza necessaria per il tuo tubicino.

  4. Scegliere l'auricolare - Dopo aver scelto il modello del tuo apparecchio acustico e individuato le dimensioni del tubicino, è necessario scegliere il tipo di chiocciola più adatto. Le chiocciole non sono altro che piccole componenti in plastica che servono ad ancorare l'altoparlante dell'apparecchio dentro il canale auricolare. Esistono due tipo di chiocciole: standard che sono realizzate in morbido silicone, e su misura che possono essere realizzate sia in materiali rigidi che morbidi. Se le chiocciole su misura sono quelle più adatte a te, il tuo audioprotesista prenderà un'impronta del tuo condotto uditivo utilizzando una pasta siliconica ad asciugatura rapida. Questa impronta sarà utilizzata come base per produrre la tua chiocciola che in questo modo potrà adattarsi perfettamente alla conformazione del tuo orecchio.


UN CONSIGLIO!
Chiedi al tuo audioprotesista di fare una foto ad una delle tue orecchie dopo averti posizionato l'apparecchio così come va messo. In questo modo saprai come posizionarli correttamente una volta a casa.

LA REGOLAZIONE

Una volta che i tuoi dispositivi sono stati adattati in modo confortevole nelle tue orecchie, è tempo di  programmarli per creare il miglio ambiente sonoro possibile. Per fare ciò, in genere l'audioprotesista seguirà questi passi:

  1. Programmazione  - L'audioprotesista userà uno specifico software che permette di vedere come l'apparecchio scelto si adatterà al tuo tipo di perdita uditiva. Il software permette inoltre di misurare l'acustica del tuo condotto e come l'apparecchio vi interagisce. Ciò rende la regolazione ancora più precisa.

  2. Test dell'udito - Ripeterai un altro test uditivo, questa volta con indosso gli apparecchi. Questa procedura permette di misurare la differenza tra come riesci a sentire con gli apparecchi rispetto a come sentivi quando non li indossavi.

  3. Ritocchi finali - Una volta che tu e il tuo audioprotesista avete scelto il miglior adattamento e la regolazione ottimale, ti sarà comunque possibile apportare dei piccoli aggiustamenti sulla base delle situazioni d'ascolto reali che sperimenterai. Se dopo qualche giorno di utilizzo ti capiterà di pensare che la regolazione del tuo apparecchio abbia bisogno di qualche modifica, ti basterà tornare dal tuo professionista di fiducia.

La regolazione perfetta con WIDEX EASYWEAR

Può capitare a chi si trova a utilizzare apparecchi acustici per la prima volta di avvertire, in un primo momento, la propria voce in modo strano. Abituarsi al nuovo modo di ascoltare tramite gli apparecchi può richiedere un po' di tempo.

Ci sono altri due problemi a cui abbiamo lavorato in modo da poterli gestire al meglio quando si presentano durante l'adattamento. Grazie a WIDEX EASYWEAR abbiamo trovato una soluzione per:

Migrazione laterale - I vecchi modelli di apparecchi acustici possono far avvertire la sensazione di essere sul punto di cadere dall'orecchio quando ti muovi molto, problema che tecnicamente è definito "migrazione laterale". Con EASYWEAR è possibile fissare meglio l'apparecchio acustico nelle tue orecchie.  
 
Prurito - La migrazione laterale può provocare anche una sensazione di prurito nelle orecchie dovuta allo sfregamento causato dal movimento della chiocciola. EASYWEAR è in grado di minimizzare lo sfregamento e mantenere l'apparecchio perfettamente fermo nella posizione corretta.

Il design, in attesa di brevetto, di WIDEX EASYWEAR permette un miglior adattamento anatomico, maggiore stabilità nel canale, e un aspetto ancora più discreto.

EASYWEAR a confronto con un prodotto tradizionale:

Vestibilità perfetta con WIDEX EASYWEAR
Widex è sempre all’avanguardia e si impegna costantemente per soddisfare con soluzioni intelligenti le necessità di chi indossa apparecchi acustici. Parliamo oggi di due questioni piuttosto importanti: la migrazione laterale e il prurito.

Con WIDEX EASYWEAR abbiamo risolto entrambi i problemi:

Migrazione laterale
- Alcuni modelli di apparecchi acustici, specialmente se si fa sport e ci si muove molto, possono dare la sensazione che si spostino e rischino di cadere dalle orecchie - un problema che, in gergo tecnico, si chiama "migrazione laterale". EASYWEAR è la soluzione specifica Widex pensata per mantenere in posizione stabile e confortevole gli apparecchi acustici nell’orecchio per tutta la giornata.

Prurito - La migrazione laterale può provocare anche una sensazione di prurito, causata dall'attrito prodotto dallo spostamento dell’auricolare nell’orecchio. EASYWEAR evita il problema, riducendo al minimo l'attrito e mantenendo gli apparecchi acustici saldamente nella loro posizione.

I vantaggi di EASYWEAR:

Più piccolo e discreto - ottimo da indossare, invisibile
Esteticamente ancora più gradevole - maggiore soddisfazione
Ergonomico e confortevole - non si avverte nell’orecchio
Sicuro - non cade e non si sposta, rimane stabilmente nell'orecchio
Stesso livello di prestazioni - nessun compromesso in fatto di qualità sonora

Contattaci

Hai domande o commenti per noi? Non esitare a contattarciContattaci

Scegli Paese/Regione

 

Widex Italia Srl con socio unico

Via Pontina km. 29

00071 Pomezia - Roma

Telefono: +39 06 91 25 291

Fax: +39 06 91 23 993


widex@widexitalia.it


P.IVA 07132731006
R.E.A. Roma 1013577