WIDEX BLOG

Vino Rosso Contro la Perdita di Udito

01-09-2020
01-09-2020

Probabilmente hai sentito dire che un buon bicchiere di vino rosso fa bene alla salute, ma non sai che ci sono buone notizie anche sul fronte della salute uditiva! Studi svolti negli USA e nel Regno Unito suggeriscono che un bicchiere di vino rosso potrebbe ridurre e prevenire la perdita dell’udito.

Un consumo moderato di vino rosso è stato a lungo associato a molti benefici per la salute soprattutto per quella del cuore. Questo perché è ricco di antiossidanti e tannini (composti chimici naturali appartenenti alla famiglia dei polifenoli) che proteggono da alcuni tipi di cancro e da malattie cardiovascolari.

Inoltre il vino rosso contiene il prezioso Resveratrolo: un componente naturale antinfiammatorio che agisce come un antiossidante e che si trova nelle bucce e nei semi dell’uva rossa e in alcuni frutti di bosco come i mirtilli. Ne è una fonte anche il cioccolato fondente e il burro d’arachidi. Il reverastolo ha un’azione protettiva nei confronti delle malattie neurodegenerative e nello sviluppo di patologie cardiovascolari.

E l’udito?
Uno studio condotto da Seidman e dai ricercatori dell’Henry Ford Hospital di Detroit, Stati Uniti, ha indagato sugli effetti del resveratrolo sull’udito, somministrandone una certa quantità a un campione di topi in perfetta salute.

I topolini che seguivano una dieta ricca di resveratrolo, dopo essere stati esposti a rumori forti per periodi significativi, avevano meno probabilità di soffrire di perdita dell’udito: il 50% in meno di ipoacusia rispetto ai topi a cui non è stato somministrato.

La notizia è particolarmente positiva poiché le ipoacusie derivate dal rumore sono le più comuni. Inoltre, i ricercatori hanno ipotizzato che le qualità anti-infiammatorie e "anti-invecchiamento" del resveratrolo potrebbero far sì che le cellule ciliate dell'orecchio si degradino meno rapidamente. Questa degenerazione è associata sia alla perdita dell'udito legata all'età che al declino cognitivo che può rendere più difficile l'udito per le persone anziane.

Seidman e il suo team devono ancora fare ricerche sugli esseri umani, ma i risultati delle prove di laboratorio sono promettenti.

Dai topi agli umani

Uno studio del Regno Unito del 2014 ha dimostrato che le persone che consumano alcol hanno meno probabilità di subire la perdita dell'udito rispetto agli astemi a vita. Lo studio ha incluso 164.770 adulti di età compresa tra 40 e 69 anni ed è apparso sul Journal of the Association for Research in Otolaryngology.

Tutto con moderazione!

Ma prima di stappare la bottiglia successiva, ricorda che c'è una grande differenza tra la giusta quantità e troppo alcol.

Alcuni dati utili:

• Il consumo eccessivo di alcol può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, che è anche un noto fattore di rischio per la perdita dell'udito.

• Uno studio del 2007 ha concluso che l'alcol attenua le frequenze sonore più basse nella gamma di 1000 Hz - la frequenza più cruciale per la discriminazione del parlato. Sebbene i cambiamenti fossero spesso temporanei, i ricercatori hanno avvertito che molti episodi di ipoacusia temporanea possono portare a una perdita permanente.

• Lo stesso studio ha rilevato che il consumo eccessivo di alcol potrebbe accelerare il processo di normale perdita dell'udito correlata all'età.

 

Tuttavia, i bevitori sociali che raramente esagerano potrebbero voler considerare i potenziali effetti positivi del vino rosso. E a loro diciamo semplicemente: "Salute!"

 

 

 

 

Contattaci

Hai domande o commenti per noi? Non esitare a contattarciContattaci

Scegli Paese/Regione

 

Widex Italia Srl con socio unico

Via Pontina km. 29

00071 Pomezia - Roma

Telefono: +39 06 91 25 291

Fax: +39 06 91 23 993


widex@widexitalia.it


P.IVA 07132731006
R.E.A. Roma 1013577