WIDEX BLOG

7 consigli per gestire la perdita uditiva in famiglia

30-07-2019
09-09-2019

Se qualcuno in famiglia ha una perdita uditiva non è semplice da gestire né per chi ha questo problema, né per chi gli sta accanto. 

L’ipoacusia colpisce non solo chi ne soffre, ma anche chi è a loro vicino.

Come gestire quei momenti di frustrazione in cui provi a parlare con loro, ma non sentono cosa stai dicendo? 

Ti diamo qualche consiglio.

1. Resta accanto a loro

Ci vogliono in media sette anni dal momento in cui una persona che ha scoperto la propria perdita uditiva arriva ad avere i propri apparecchi acustici.  È un percorso lungo e tortuoso, in cui la persona con deficit uditivo deve accettare il bisogno di apparecchi acustici. È un grande cambiamento e non è facile da ammettere con loro stessi e con le persone che li circondano.

Ci vuole molta pazienza e molto supporto.

Ci sono molti modi per far sentire la tua presenza ai tuoi familiari. Abbracciali e mostragli che ci tieni. Prova nuove strategie per comunicare. Vai con loro in un centro audioprotesico e chiarisci ogni dubbio. Scopri assieme a loro i dispositivi che potrebbero aiutarli e assistili nel programmarli.

2. Mettiti nei loro panni

Forse puoi immaginare com’è avere problemi di udito, ma esiste una strada molto semplice per testarlo sulla tua pelle. Prova un simulatore online di perdita d’udito come il simulatore di Flintstone. Sebbene sia impossibile riprodurre una specifica ipoacusia, questi test ti permetteranno di sperimentare come viene percepita una voce nei vari gradi di perdita d’udito. Così potrai capire meglio cosa si prova.

3. Dimentica e perdona

Quando parli con qualcuno che ha una perdita uditiva è molto facile irritarsi e preferire urlare piuttosto che ripetere (ancora e ancora) quanto si è detto.

Ricordati che non è intenzionale. È solo che non riescono a sentire come una persona normale. Quindi prendi un bel respiro e porta pazienza. Dimentica e perdona. E ripeti ancora una volta le tue parole.

4. Riformula

Ogni perdita uditiva è unica. Quando un tuo familiare non sente cosa stai dicendo è possibile che sia perché quelle determinate frequenze non sono udibili per lui. Alzare la voce non serve ad aiutarlo e ti fanno sembrare più aggressivo. Prova a ripetere le tue parole e in modo più lento e chiaro (senza urlare!).

5. Prendersi la responsabilità

Quando comunichi un messaggio è possibile che chi lo riceve non lo senta perfettamente. Prenditi la responsabilità delle tue parole. Assicurati che vengano comprese come previsto, invece di arrabbiarti perché non riescono a sentire. Una buona strategia è quella di mettersi davanti l’interlocutore in modo che possa vedere il tuo viso mentre parli.

6. Insisti sugli apparecchi acustici

Il tuo familiare sa che ha bisogno degli apparecchi acustici, ma se non li indossa per parlare con te o con altre persone, che senso ha averli comprati? Insisti affinchè indossino I propri apparecchi acustici prima di parlare con qualcuno. Il più delle volte risparmierà frustrazione da entrambe le parti.

Ricordati che insistere non vuol dire arrabbiarsi e urlare finché non indossa gli apparecchi acustici. Lo conosci meglio di chiunque altro, quindi cerca il modo migliore per spiegargli che vuoi che metta gli apparecchi acustici per riuscire a parlare. Gentilezza e pazienza aiutano a fare molta strada.

Se il tuo familiare che soffre di ipoacusia ancora non ha gli apparecchi acustici puoi inziare a dargli una mano facendogli fare un test online dell’udito.

Se ci sono indicazioni di perdita uditiva (come molto probabile!) potrai aiutarlo portandolo in un centro audioprotesico. Un audioprotesista farà un'analisi approfondita della perdita dell'udito e aiuterà il tuo familiare a capire come superarla, molto probabilmente raccomandando un apparecchio acustico

7. Cerca l’aiuto di un professionista

Se è troppo difficile comunicare con il tuo familiare puoi ricorrere all’aiuto di un professionista del settore. Un audioprotesista può insegnarti le migliori strategie per comunicare. Inoltre è più facile accettare consigli su questo delicato tema da un audioprotesista piuttosto che da qualcuno a cui tieni e dal quale non vuoi farti vedere debole.

Vuoi avere altri consigli? Download il booklet “Come comunicare con chi utilizza gli apparecchi acustici

Contattaci

Hai domande o commenti per noi? Non esitare a contattarciContattaci

Scegli Paese/Regione

 

Widex Italia Srl con socio unico

Via Pontina km. 29

00071 Pomezia - Roma

Telefono: +39 06 91 25 291

Fax: +39 06 91 23 993


widex@widexitalia.it


P.IVA 07132731006
R.E.A. Roma 1013577