WIDEX BLOG

5 falsi miti sull’ipoacusia indotta dal rumore

23-09-2016
03-05-2019

Ti è mai capitato di sentirti male dopo una serata a un concerto? Hai subito una diminuzione della tua capacità uditiva dopo anni di lavoro in un ambiente rumoroso? Un rumore forte e improvviso ti ha procurato un trauma acustico, facendo calare il tuo udito ad un orecchio o ad entrambi? Tutte queste situazioni possono ricollegarsi ai vari aspetti della perdita uditiva indotta dal rumore.
Secondo il National Institute on Deafness and other Communication Disorders, circa il 15% degli americani di età compresa tra i 20 e i 69 anni soffre di ipoacusia causata dall'esposizione al rumore in ambito lavorativo o durante le attività del tempo libero.

Anche se la causa principale di questo tipo di ipoacusia può sembrare semplice, esistono ancora molte idee sbagliate in merito. E' ora di fare chiarezza.

FALSO MITO #1

L’ipoacusia indotta dal rumore si avverte immediatamente.  

Sebbene molte persone accusino una diminuzione temporanea della propria capacità uditiva, dopo una festa o un concerto, il danno subito dall’orecchio potrebbe non essere immediatamente visibile. Spesso, l’ipoacusia indotta dal rumore è il risultato di anni di esposizione prolungata a un rumore particolarmente intenso, che non si nota fino a quando un membro della famiglia non se ne accorge e ce lo fa notare. Per questo è sempre importante fare attenzione ai segni più comuni della perdita uditiva

FALSO MITO #2

L’ipoacusia indotta dal rumore non è permanente.  

Sebbene la perdita uditiva indotta dal rumore sia uno dei disturbi che possono scomparire nel tempo, spesso è permanente. Se sospetti di aver subito una diminuzione della capacità uditiva, per prima cosa fai riposare le orecchie per almeno 16 ore e concedi loro del tempo per riprendersi. Successivamente, se ancora noti di avere difficoltà, è importante rivolgersi ad un audioprotesista qualificato

FALSO MITO #3

L’ipoacusia indotta dal rumore si verifica solo se ci si espone a rumori forti con una certa regolarità.

In realtà, anche i traumi acustici sono pericolosi per il nostro udito. Può bastare essere esposti una sola volta ad un’esplosione, al colpo di un’arma da fuoco, ad un concerto ad alto volume o ad altri rumori improvvisi e forti per subire una perdita uditiva, anche grave, indotta dal rumore. Per questo se si prevede di dover affrontare rumori forti, anche solo per brevi periodi, è molto importante indossare una protezione acustica.

FALSO MITO #4

Solo la musica ad alto volume può causare l’ipoacusia.  

In realtà, esistono mestieri altrettanto rischiosi per l’udito. Il rumore industriale, ad esempio, è uno di quelli ed è, infatti, una delle cause principali della perdita uditiva indotta dal rumore. Un recente studio dell'United States Center for Disease Control ha dimostrato che i minatori sono le persone più a rischio, a causa dell'esposizione quotidiana ai forti rumori sotterranei, origine di possibili traumi acustici.

FALSO MITO #5

L’ipoacusia indotta dal rumore non è prevenibile 

Questo non è vero, anzi. L’ipoacusia indotta dal rumore è l'unico tipo di perdita uditiva che è possibile prevenire. Basta assicurarsi di indossare una protezione per le orecchie adeguata quando si prevede di essere esposti a suoni forti, anche se solo per brevi periodi.

Contattaci

Hai domande o commenti per noi? Non esitare a contattarciContattaci

Scegli Paese/Regione

 

Widex Italia Srl con socio unico

Via Pontina km. 29

00071 Pomezia - Roma

Telefono: +39 06 91 25 291

Fax: +39 06 91 23 993


widex@widexitalia.it


P.IVA 07132731006
R.E.A. Roma 1013577